Alfonso Signorini: l'outing gay e Berlusconi

Non so cosa pensiate di Alfonso Signorini (anzi, mi piacerebbe saperlo) ma è uno di quei pochi uomini che fanno anche tv, oltre alla direzione di due giornali e la conduzione autoriale e non di Verissimo, ha l'onestà di far capire (oltre che a dichiarare) che è omosessuale appena può e senza mezzi termini.

Ecco cosa dice di se stesso in merito alla sua omosessualità in una recente intervista a La Stampa ripresa anche da Gossipblog. La provocazione è "L’unico direttore dichiaratamente gay".

"Dichiaratamente, sì. Nei fatti, non so. In ogni caso, sono la dimostrazione che Berlusconi è un liberale. Dopo l’outing, mi disse solo: direttore, i nostri binari non si incroceranno mai. Ma non sono un’icona gay, come la Carrà. Avrei molti più fidanzati. Invece da otto anni vivo con lo stesso. Considerato che vivo raccontando gli amori degli altri, vuol dire che predico male e razzolo benissimo".

Innanzitutto ci devono spiegare cosa Berlusconi volesse dire con l'affermazione "i nostri binari non si incroceranno mai". A me pare siano già piuttosto incrociati. E che non fosse un'icona gay, ce ne eravamo già accorti da soli.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 6 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO