Appuntamento al cinema. Gay e lesbico.

Sensibilizzare, informare, comunicare, esprimersi artisticamente. Sta per succedere in Italia. Anche in Italia. Finalmente in Italia. Da Napoli a Ivrea, passando per la Repubblica di San Marino, l'omosessualità si racconta nel linguaggio del grande schermo.
L'Associazione culturale Lgbt San Marino, stasera alle 21 al centro sociale di Fiorentino, propone la rassegna "Towanda", dallo storico grido in "Pomodori verdi fritti", film culto sulla storia di un amicizia vagamente lesbica. La manifestazione è curata da Rosy Corbelli, che ha selezionato quattro pellicole dedicate all'omosessualita' femminile: "L'altra meta' dell'amore" di Le'a Pool, tra adolescenza, amicizia e scuola, "Women" di Anne Heche, film che tratta di amore e maternità lesbica, "Cuori nel deserto" di Donna Deitch sull'omosessualità repressa e infine "Boy's don't cry" di Kimberly Peirce e con una godibilissima Hillary Swank che nel film è una donna che decide di vivere come un uomo. "L'obiettivo della manifestazione- ha spiegato Corbelli- e' di creare un dialogo con la cittadinanza su questi argomenti".

A Ivrea ricomincia la rassegna di cultura omosessuale “ivrea la gaya”, che inizierà lunedì 20 per poi proseguire tutti i giovedì fino al 27 novembre. Saranno proiettati il documentario “Improvvisamente l’inverno scorso”, “Le famiglie arcobaleno”, di Lucia Stano e Nadia Dalle Vedove, “Senza fine”, film sulla decisione di una coppia lesbica di concepire un figlio con l’inseminazione artificiale, di Roberto Cuzzillo, il documentario “The Beirut apt.” di Daniele Salaris, in cui verrà trattata la difficile condizione dei gay in Libano e per cui è stato affittato un appartamento dove questi potessero parlare liberamente. A seguire “Due volte genitori” documentario di Claudio Cipelletti che racconta ciò che accade all’interno delle famiglie quando i figli fanno coming out. E infine tra i diversi volumi che verranno presentati nel corso della rassegna ci sarà anche quello di Franco Grillini “Ecce omo. 25 anni di rivoluzione gentile”, con la partecipazione dell'autore.
«Un rassegna – ha spiegato Benedino – che non vuole essere rivolta solo al pubblico omosessuale, ma che è diretta a tutti. Parlare con tutti. Per confrontarsi e spiegare».

E poi il 29, 30 e 31 ottobre Napoli, presso l'Academy Astra , propone la prima edizione della rassegna cinematografica dedicata al mondo gay, dal titolo OMOVIES. La rassegna, ideata da Carlo Cremona e Marco Taglialatela e curata da Massimiliano Palmese, è composta da film e documentari gay e queer che vengono proiettati a Napoli per la prima volta in edizione integrale. Tra gli eventi più attesi il cartone animato "Rick & Steve - La coppia gay più felice del mondo", premiato al Cartoons on the Bay 2008. Mentre tra i film in programma, "Dire, fare, baciare", "Boy culture" e la deliziosa commedia spagnola tutta al femminile "El favor", distribuiti da Fourlab. Saranno riproposte inoltre alcune produzioni italiane recenti, come "Corazones de mujer", un road movie Torino-Casablanca. Per la sezione documentari "Le regole del Vaticano" di Alessandro Avellis e Gabriele Ferluga, che vede la partecipazione tra gli altri di Don Vitaliano Della Scala, e una puntata di Stracult "Mondo gaio", prodotta da RaiSat e curata da Enrico Salvatori.

  • shares
  • Mail