Ricordando E. M. Forster nell'anniversario della nascita

E.M. Forster

Il primo dell’anno ricorreva l‘anniversario della nascita dello scrittore inglese E. M. Forster (1879-1970), autore, tra le tante cose, del celebre Maurice.

Il romanzo – incentrato per intero sulla figura dell’omosessuale Maurice Hall – fu scritto tra il 1913 ed il 1914, anni in cui l’omosessualità in Inghilterra (ma anche in tante altre parti del mondo) era ancora un gravissimo reato; reato tanto grave da costringere Forster a procrastinarne la pubblicazione fino a dopo la morte.

Un romanzo che, piuttosto sorprendentemente per quegli anni così bui, ha una fine assolutamente lieta, svincolandosi, per la prima volta e per intero, da quella visione cupissima che a tutti i costi voleva l’omosessuale perennemente debosciato oppure (come alternativa obbligata) inesorabilmente ripiegato su se stesso, solo ed infelice per l’eternità.

Un happy ending quello del romanzo di Forster che ci regala invece una coppia di amanti (Maurice ed Alec, il suo intraprendente, aitante guardiacaccia) chiusa e fortificata in un abbraccio che, questa volta, non conoscerà lacrime o separazione.

  • shares
  • Mail