Prima unione gay ebraica a Sidney

Christopher Whitmont-Stein e and Scott Whitmont, rispettivamente 38 e 47 anni sono i primi due omosessuali ad aver celebrato la loro unione in un luogo di culto ebraico. La cerimonia ha avuto luogo la scorsa domenica nella Emanuel Synagogue di Sydney.

"Non vogliamo essere un modello matrimoniale per le coppie gay ebraiche, per noi era importante essere riconosciuti come coppia dalla nostra comunità davanti al nostro rabbino."

Ha dichiarato Whitmont-Stein, già unitosi civilmente al compagno, poichè in Australia i matrimoni fra persone dello stesso sesso non sono ancora legalizzati, e convertitosi all'ebraismo nel 2002.

Il rabbino Jeffrey Kamins, che ha presieduto una tradizionalissima cerimonia con tanto di scambio d'anelli sotto il cuppah, ha giocato un ruolo fondamentale nella possibilità di svolgere l'evento.

L'idea dei due di organizzare una cerimonia in sinagoga è arrivata dopo l'apertura arrivata nel Maggio del 2007 del Concilio dei Rabbini Progressisti d'Asia, Australia e Nuova Zelanda nei confronti delle uioni omosessuali col conseguente via libera ai propri membri di celebrare le unioni fra membri dello stesso sesso.

Da allora il rabbino Kamins è vicino alle coppie omosessuali ed in una sua recente lettera ha affermato:

"Scienza e psicologia moderne sono arrivate ad un livello di conoscenza molto più approfondito della sessuallità umana che ci permettono ormai di considerare le relazioni omosessuali come parte del comportamento umano e non come una devianza".

  • shares
  • Mail