Il ministro degli esteri olandese chiede alla chiesa di rispettare il matrimonio gay

Il ministro degli esteri olandese chiede alla chiesa di rispettare il diritto al matrimonio gay

In materia di diritti lgbt i Paesi Bassi continuano a essere un passo in avanti in Europa. Il ministro degli esteri olandese, il laburista Frans Timmermans (in foto), ha risposto con determinazione ai recenti pronunciamenti della gerarchia cattolica contro il matrimonio ugualitario.

Se ogni persona è unica, come un rappresentante del papa ha affermato la settimana scorsa a Dublino, perché tale persona unica non deve avere il diritto di difendere il proprio orientamento sessuale? Perché Romeo si può sposare con Giulietta ma non con Giulio? Il matrimonio tra due persone dello stesso sesso va proprio nella direzione del rispetto dell’unicità di ogni persona.

Dominique Mamberti, Segretario vaticano per i Rapporti con gli Stati

Timmermans si riferiva all’allocuzione che l’arcivescovo Dominique Mamberti (in foto qui sopra), Segretario vaticano per i Rapporti con gli Stati, ha tenuto durante la diciannovesima riunione del Consiglio dei Ministri dell’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE), tenutasi nella capitale irlandese. In tale occasione monsignor Mamberti ha riportato alcune parole di papa Benedetto XVI in cui si sostiene che

Nel disegno di Dio, ogni persona è unica e insostituibile.

Un portavoce dell’organizzazione lgbt olandere COC Netherlands ha approfittato dell’occasione per chiedere al ministro Frans Timmermans che faccia pressioni perché la Santa Sede perda la posizione diplomatica di cui gode alle Nazioni Unite, anche per via delle manovre che il Vaticano ha messo in atto nel 2008 per evitare la depenalizzazione universale dell’omosessualità.

Via | Dos Manzanas
Foto | Getty

  • shares
  • Mail