Una madre scrive al Papa una lettera in cui dichiara l'amore per il figlio gay

Quale modo migliore per terminare la giornata di Natale se non quello di leggere le parole di una madre orgogliosa del proprio figlio gay? La lettera è stata pubblicata dal quotidiano della provincia di Cuneo ed è virtualmente indirizzata al Papa che, proprio in questi giorni, ha ribadito il suo personale punto di vista sul pericolo delle nozze gay che minano il matrimonio eterosessuale.

La donna parla a cuore aperto dell'amore puro che ha verso il figlio e dell'orgoglio che prova per lui.

Ecco alcune parti della sua missiva:

Santo Padre, mio figlio è gay e io, come mamma, amo mio figlio, unico, irripetibile come ogni uomo che nasce sulla terra, con una specialità, la sua "omoaffettività". Si, ho scritto "omoaffettività" e non "omosessualità" perché l'uomo è una grandezza insondabile e non può essere identificato esclusivamente per la sua sessualità. Quando c'è amore fra due persone, siano uomo e donna, siano uomo e uomo, siano donna e donna, è l'amore che conta, che rende vero e grande il rapporto.

Affetto, amore di una madre e riflessioni teneramente umane.

Non esiste un amore eterosessuale di seria A e un abominevole amore omossessuale di serie Z, nessuno sa perché ci innamoriamo ed amiamo quella persona e non un'altra, l'amore non ha etichette, l'amore è sempre e solo amore (...) Santo Padre, come mamma di un figlio gay e anche fortemente cattolica non comprendo le parole che Lei ha pronunciato "matrimoni omosessuali, ferita grave alla giustizia e alla pace", parole che discriminano, offendono e umiliano le persone omosessuali, i loro genitori, i loro amici e i loro parenti, specialmente gli omosessuali cattolici, sono tanti, cresciuti e educati nell'insegnamento di amore e misericordia di Gesù, parole che fomentano l'omofobia.

Cliccate qui per la lettera integrale.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: