Presidente di Confindustria potrebbe essere un gay. Un domani

Maurizio Beretta, direttore generale di ConfindustriaEccole qua: ci mancavano un po' le domande di Klaus Davi, no? Intervistando Maurizio Beretta (in foto), direttore generale di Confindustria, pone la (solita) domanda: “Un domani ci potrà essere un presidente di Confindustria che viene da quel mondo lì [quello dei gay, cioè]?”. E Beretta che poteva rispondere? In Confindustria si valutano gli imprenditori per le loro capacità, per i risultati che sono in grado di conseguire per il mondo associativo, quindi nessuna discriminazione.

Sempre Beretta ha sempre detto che i gay, i single e gli anziani sono il motore dell'economia moderna:

“Sono le categorie emergenti mononucleari. Gay, single e anziani hanno la possibilità di spendere di più rispetto ad un genitore. C'è da sottolineare che i modelli di consumo attuali ricalcano l'evoluzione della società”.

Dopo il salto, il video.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: