Pubblicata una traduzione gay friendly della Bibbia

Queen James gay Bible: traduzione gay friendly della Bibbia

Un pastore episcopale di San Francisco ha lanciato una versione della bibbia già definita come “Bibbia Gay”. Secondo il reverendo Pearson, della chiesa dei Santi Innocenti, le varie traduzioni della Bibbia non hanno fatto menzione dell’omosessualità fino al 1946. Afferma il pastore:

L’omosessaulità è stata apertamente menzionata nella Bibbia solo nel 1946 nella Revised Standard Versione. Non vi è alcuna menzione o alcun riferimento in nessuna Bibbia prima di questa data; sono state fatte solo interpretazioni. I riferimenti anti gay nella Bibbia si riducono a solo otto versetti nei quali l’omosessualità viene interpretata come peccato. In questa nuova versione affronta tali controversi passi modificanoldi leggermente per una maggiore chiarezza intepretativa.

Prosegue il curatore della Queen James Bible (questo il nome di tale traduzione):

Le modifiche confermano che la Bibbia non condanna l’omosessualità e rendono quindi impossibili tutte le varie interpretazioni fatte finora.

Una nota sul nome di questa nuova traduzione. La King James Version è la traduzione della Bibbia in inglese per eccellenza. Venne commissionata da re Giacomo I nel 1611 ed è la versione ufficiale della chiesa anglicana (ricordiamo che gli episcopaliani sono gli anglicani d’America). Il reverendo Pearson ha voluto chiamare questa nuova traduzione come Queen James Bible, in riferimento alla bisessualità di re Giacomo I che ha avuto moltissimi amanti uomini (come Esmé Stuart, signore d'Aubigny e il duca di Buckingham).

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: