Il Papa ancora contro i gay stringe la mano e benedice Rebecca Kadaga, la donna che vuole la pena di morte per i gay

Papa-benedizione-Rebecca-Kadaga

Il Papa Ratzinger si è voluto esprimere, ieri, in un nuovo (ma sempre uguale a se stesso) messaggio che condanna le nozze gay, l'aborto e l'eutanasia. Ecco, a proposito del mondo Lgbt, le sue parole contrarie a ogni legame riconosciuto:

"La " struttura naturale" del matrimonio "va riconosciuta e promossa, quale unione fra un uomo e una donna, rispetto ai tentativi di renderla giuridicamente equivalente a forme radicalmente diverse di unione che, in realtà, la danneggiano e contribuiscono alla sua destabilizzazione, oscurando il suo carattere particolare e il suo insostituibile ruolo sociale"

Polemiche che sono aumentate ancora di più dopo l'immagine del Pontefice mentre stringeva la mano ad una emozionata Rebecca Kadaga. E la benediceva. Per chi non la conoscesse, lei è Presidente del Parlamento Ugandese e vuole far diventare legge la pena di morte nei confronti dei gay.

Un gesto e un comportamento che hanno indignato il web e i social network. Un'immagine che potete vedere in apertura post.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: