In Gran Bretagna, sì ai matrimoni gay con rito civile, precisazioni in ambito religioso

In Gran Bretagna, sì ai matrimoni gay con rito civile, precisazioni in ambito religioso

Ormai ci si potrà sposare in giro per l'Europa. Per gli italiani all'estero, oltre alla Francia, si aggiunge l'Inghilterra. Insomma, di esempi se ne trovano in diversi ambiti, culture, ognuno magari, con diverse difficoltà o limitazioni. La notizia, per la Gran Bretagna, è fresca.

Il progetto è stato annunciato alla Camera dei comuni dal ministro della Cultura, e dovrebbe diventare legge agli inizi dell'anno nuovo. A nozze sì, con rito civile, ma con una precisazione: la chiesa d'Inghilterra e quella del Galles saranno le uniche organizzazioni religiose alle quali non sarà permesso, per legge, celebrare le nozze omosessuali in Gran Bretagna. Maria Miller (in foto), ministra della cultura, ha spiegato che la proposta di legge permetterà ad altre istituzioni religiose di decidere se officiare o meno le cerimonie.

Proprio in questi giorni, David Cameron, il primo ministro inglese, si era dichiarato favorevole, dicendo che  avrebbe preferito che i matrimoni gay potessero essere celebrati per tutte le fedi, ma Miller si è vista costretta a vietarli per non creare divisioni tra i parroci a favore e i loro superiori contrari, promettendo "quattro barriere di sicurezza" per proteggere la libertà religiosa, la Miller si è espressa così:

Voglio affermare con chiarezza che nessuna organizzazione religiosa verrà mai forzata a celebrare matrimoni per coppie dello stesso sesso e che non introdurrei mai una legge che lo permettesse.

Riepilogando, sì al rito civile per le unioni gay, ma nessuna fede verrà mai obbligata a celebrare o a consentire che vengano officiati nei loro luoghi di culto nozze gay. Per rendere validi i matrimoni occorrerà che abbiano acconsentito alla celebrazione anche i vertici di quella fede. Sarà previsto un emendamento della legge sull'uguaglianza in modo da assicurare alle organizzazioni religiose che non permettono i matrimoni omosessuali di non essere portate in tribunale con l'accusa di discriminazione. In ultimo, la legge canonica che nella fede anglicana vieta le nozze tra le persone dello stesso sesso, verrà mantenuta.

Foto | Getty

  • shares
  • Mail