Raúl Castro continua a ignorare il progetto di legge sulle unioni gay

Raúl Castro continua a ignorare il progetto sulle unioni gay

La settima legislatura dell'Assemblea Nazionale del Potere Popolare di Cuba si concluderà il 13 dicembre prossimo senza l'approvazione del disegno di legge sulle unioni omosessuali, una sconfitta per Mariela Castro Espín dinanzi alle forze conservatrici guidate da suo padre, Raúl Castro (in foto).

Lo scrive nel suo blog l'attivista gay Francisco Rodríguez Cruz, secondo il quale l’attuale legislatura si concluderà “senza alcuna discussione pubblica del progetto di legge del codice della famiglia, che dovrebbe contenere un protezione giuridica dei diritti delle coppie gay a Cuba”.

Raúl Castro continua a ignorare il progetto sulle unioni gay

Secondo il giornalista, di solito ben informato su tali questioni, ora si dovrà attendere fino a febbraio, con le "prossime elezioni e la formazione di un nuovo corpo legislativo”.

Il secondo e ultimo incontro annuale dell'Assemblea "analizzerà" il Piano economico e bilancio dello Stato per il 2013, così come lo stato di avanzamento del processo di attuazione degli orientamenti economici e sociali del Partito e della Rivoluzione.

"Non posso che stigmatizzare questa violazione dell'agenda legislativa" per quanto riguarda il nuovo codice famiglia, scrive Rodríguez Cruz.

L'attivista ha detto che il paese non solo ha bisogno di "migliorare i risultati economici", ma anche di "evolvere" in materia di politica sociale, "per raggiungere un socialismo sempre più partecipativo, inclusivo e democratico."

Mariela Castro, direttrice del Centro Nazionale di Educazione Sessuale, avrebbe detto a Rodríguez Cruz, che "il popolo cubano è più che pronto a realizzare cambiamenti rivoluzionari” e prova ne è “l’umile villaggio di Caibarién che ha eletto recentemente come consigliera comunale Adela, donna transessuale”.

Il dibattito sul matrimonio gay sarebbe solo formale, dal momento che l'Assemblea nazionale adotta all'unanimità le decisioni del partito comunista.

Via | Sentido G
Foto | Getty

  • shares
  • Mail