Le lettere d'amore di Jean Cocteau a Jean Marais

Jean Cocteau e Jean Marais

Quando Jean Cocteau si innamorò perdutamente del giovane Jean Marais (una delle grandi glorie dello spettacolo francese, ma allora solo un talento in erba) la sua carriera letteraria veleggiava alta e sicura. Il suo nome dai mille scandali e dai tanti amori, era noto in Europa come in America. Una disparità che li unì anziché dividerli.

Marais muoveva proprio allora i primi incerti passi nel mondo del cinema e del teatro e per questo aitante attore di poco più di vent’anni ma di tante speranze, il grande autore, che aveva scandalizzato il mondo con le sue opere, seppe creare l’indimenticabile figura del figlio nel suo capolavoro del 1938 “I genitori terribili”.

Un ruolo disegnato appositamente per il giovane Marais che si conquistò così un posto al sole tra le stelle del teatro francese. A testimonianza di questo giovane amore che nasceva ad un passo dal secondo conflitto mondiale, sopravvivono le bellissime lettere che lo scrittore travolto dalla passione scrisse all’amante.

Lettere dalle più diverse colorature, dove amore, passione e abnegazione si incalzano ora con tenerezza, ora con impetuosità, ora con piena consapevolezza di un sentimento che ringiovaniva Cocteau, che lo sospingeva in avanti come un’onda che non sapeva (e non voleva) trovare pace.

  • shares
  • Mail