La moschea gay di Parigi non è ben vista dalla comunità islamica francese

La moschea gay di Parigi non è ben vista dalla comunità islamica francese

I leader islamici di Parigi hanno condannato l’apertura di quella che è stata definita la prima moschea gay friendly d’Europa. Dalil Boubakeur, rettore della Grande Moschea di Parigi, ha detto alla stampa che la moschea gay va contro le regole dell’Islam. Afferma Boubakeur:

I fedeli vanno in una moschea pe adorare Dio e non per mostrare la loro sessualità. Si tratta di un abuso della definizione di moschea.

Nasce in Francia una moschea solo per gay

La moschea gay friendly si trova in una piccola stanza all’interno della casa di un monaco buddista e non è supportata da nessuna istituzione ufficiale musulmana. Tuttavia l’indirizzo della moschea è ancora segreto per problemi di sicurezza.

La moschea è gestita da Ludovic-Mohamed Zahed (in foto), studioso di cose islamiche, e fondatore dei Musulmani Omosessuali di Francia. Secondo Zahed la moschea gay accetterà tutti, come espressione della stessa creazione di Dio.

In un’intervista al Turkey’s Hürriyet Daily News, Ludovic-Mohamed Zahed ha recentemente affermato che nella sua moschea potranno essere celebrati anche i matrimoni tra persone dello stesso sesso.

Ricordiamo che in Francia la votazione legge sul matrimonio gay è in programma per gennaio 2013.

Via | Pinknews
Foto | Getty

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: