Il Gran Condé, gran generale e bisessuale della storia francese

Gran Condé

Chiamato il Gran Condé, Luigi di Borbone, principe del sangue e cugino di Luigi XIV, fu uno dei più grandi generali della storia europea, le cui strategie militare vengono ancora oggi studiate meticolosamente. La sua celebre vittoria contro le armate spagnole a Rocroi viene considerata dagli storici ed esperti militare come il suo più grande capolavoro. L’apogeo di un talento da stratega senza eguali nell’Europa del XVII.

Tuttavia la sua carriera fu per certi versi contrastata, visto che si schierò con il movimento della Fronda, contro il re, dovendo così ripiegare in Spagna, grande rivale della Francia in quegli anni burrascosi della storia europea. Il gran perdono di Luigi XIV arrivò comunque nel 1660, quando il generale venne reintegrato come generale nell’esercito francese.

Le cronache del periodo ce lo descrivono come un uomo imperioso, ambizioso e libertino che ebbe diverse avventure sessuali sia con uomini e donne, inclusi naturalmente molti soldati, ma anche colto, amico di scrittori e commediografi sopraffini come Moliere e Racine.

Via | Queersinhistory

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: