Flavio Romani è il nuovo presidente nazionale di Arcigay

Flavio Romani è il nuovo presidente nazionale di Arcigay

Flavio Romani è il nuovo presidente nazionale di Arcigay. Romani, quarantacinquenne di Rovigo, già presidente del comitato Arcigay di Ferrara, succede così a Paolo Patanè. Segretario nazionale è Michele Brevaglieri, trentasette anni, presidente di Arcigay Verona. Secondo Romani

Oggi più che mai Arcigay è necessaria a questo Paese. Tra i primi obiettivi, con l’approssimarsi delle elezioni, la sollecitazione diretta dei candidati perché le nostre rivendicazioni, prime fra tutte l’estensione della legge Mancino ai reati di omofobia e transfobia e una legge per il matrimonio civile tra persone dello stesso sesso, entrino nell’agenda politica della nuova classe dirigente senza giri di parole o ambiguità. Ne abbiamo già subìte abbastanza.

Flavio Romani è il nuovo presidente nazionale di Arcigay

E prosegue:

Con la fine di questo Congresso termina il confronto tra le due mozioni e sarà mia cura far sì che tutti i soci collaborino lealmente per una battaglia che riguarda non solo gay, lesbiche e trans ma tutti gli italiani. In questo momento in Arcigay non ci sono né vincitori né vinti: c’è una grande associazione che lotterà unita.

Il nuovo organico di Arcigay nazionale è, quindi, il seguente:

  • Flavio Romani, presidente

  • Michele Brevaglieri, segretario; tematiche relative alla salute delle persone lgbt

  • Matteo Cavalieri, tesoriere

  • Valerio Barbini, uguaglianza, matrimonio civile e diritti

  • Marco Giusta, rapporti con i territori

  • Danilo Zanvit, sostenibilità, progetti e foundraising

  • Fabrizio Sorbara, coming out e giovani

  • Maura Chiulli, politiche di genere e cultura

  • Giorgio Del’Amico, servizi e sussidiarietà

  • Collegio dei garanti: Damiano Fiorato, presidente, Stefano Bucaioni e Michele Covolan

Flavio Romani è il nuovo presidente nazionale di ArcigayIl XIV Congresso Arcigay ha avuto per tema Diritti oltre la crisi e si è tenuto a Ferrata dal 23 marzo a oggi. All'inizio del Congresso, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha inviato un messaggio di saluto. Leggiamo sul sito del Quirinale:

Il Segretario generale della Presidenza della Repubblica, Donato Marra, in occasione del XIV Congresso Nazionale dell'Arcigay, dedicato quest'anno al tema “Diritti oltre la crisi”, in un messaggio ha rappresentato l'augurio del Presidente Napolitano per l'evento auspicando che «possano scaturire elementi utili e significativi per riaffermare la centralità del principio di uguaglianza sancito dalla nostra Costituzione e dalla Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea contro ogni discriminazione inerente alla identità sessuale. Il Presidente Napolitano ha espresso in più occasioni la sua preoccupazione per il persistere di intollerabili atteggiamenti omofobi che ledono i diritti e la dignità della persona ed ai quali bisogna opporre un fermo rifiuto. In questo momento di crisi economica, che incide fortemente sulla nostra società, è più che mai necessario mantenere alto il livello di guardia perchè non si acuiscano fenomeni di discriminazione e di esclusione sociale alimentati da pregiudizio e intolleranza. È dunque indispensabile proseguire, come ha più volte sottolineato il Capo dello Stato, in “un percorso di superamento di timori e rimozioni, nonchè di ostacoli alle carriere(....), un cammino che appare ancora lungo e difficile. Perciò è importante che la battaglia contro l'omofobia e le discriminazioni che ne derivano non sia condotta solo ad opera di meritorie avanguardie, ma divenga un ben più vasto impegno”».

Auguri di buon lavoro al neo presidente e tutto l'organico.

Foto | Il resto del Carlino - Ufficio Stampa

  • shares
  • Mail