Paul Moore, vescovo episcopale bisex

Paul Moore

Senza ombra di dubbio, Paul Moore (1919-2003) è stato uno dei vescovi episcopali più famosi e conosciuti di tutta l’America del nord. Fama che si guadagnò sul campo, operando sia a favore dei diseredati che in nome della pace e della giustizia sociale (nella foto d’apertura lo vediamo marciare a Washington contro la guerra in Vietnam al fianco di Martin Luther King).

Sposato e con ben nove figli, la bomba dello scandalo esplose solo qualche anno fa quando, quando dopo la sua morte avvenuta nel 2003, la figlia Honor svelò al mondo la bisessualità del padre.

Fu in realtà il testamento a rivelare, almeno in parte, il segreto di Moore alla famiglia. Un lascito misterioso che si scoprirà poi essere destinato all’uomo che il vescovo aveva amato per buona parte della sua vita e con cui aveva affrontato lunghi viaggi di piacere in Grecia ed in altri luoghi.

Una verità che Honor, lei stessa bisessuale, diffuse prima in un racconto per il New Yorker, poi in un toccante libro confessione “La figlia del vescovo”. Racconto coraggioso su un uomo complesso che fu, tra le altre cose, marine senza paura, vescovo e tenerissimo padre.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO