Il Papa si unisce ai rabbini omofobi

Un'altra splendida iniziativa di Benedetto XVI per avvicinare il cattolicesimo alle altre religioni monoteiste, ebraismo e islamismo.

Dopo le violenze provocate da alcuni rabbini estremisti per protestare contro il Gay Pride che si celebrerà venerdì a Gerusalemme, Papa Ratzinger ha chiesto ufficialmente al governo di Israele - attraverso il nunzio apostolico - di vietare la manifestazione già autorizzata, esprimendo il "dispiacere del Vaticano" per questo Pride.

«La Santa Sede esprime la sua viva disapprovazione per tale iniziativa perché‚ essa costituisce un grave affronto ai sentimenti di milioni di credenti ebrei, musulmani e cristiani, i quali riconoscono il particolare carattere sacro della città e chiedono che la loro convinzione sia rispettata». «Alla luce di tali elementi e considerando che in precedenti occasioni sono stati sistematicamente offesi i valori religiosi - si legge nella nota - la Santa Sede nutre la speranza che la questione possa venire sottoposta a doverosa riconsiderazione».

Un'altra occasione persa per distinguersi dagli estremisti e per evitare la tentazione di ingerirsi nelle questioni di uno stato sovrano.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: