Lesbica o gay, in Gran Bretagna basta essere genitori

La Gran Bretagna è davanti. Con un governatore londinese discutibile, il governo britannico, sempre perchè il resto del mondo è fantascienza, ha tolto ogni restrizione al limite di 24 settimane all'aborto, mentre già era stata approvata la possibilità di poter considerare il padre non necessario per la crescita di un bambino.

Quindi una donna single e coppie lesbiche potranno avere figli tramite fecondazione in vitro.

Il punto è il sostegno dei genitori e non del padre, peculiare per la crescita in condizioni favorevoli. Quindi anche nel caso dell'adozione, fondamentale sarà il ruolo dei genitori, di qualsiasi sesso essi siano e indifferentemente dalla modalità che porta alla nascita (o all'adozione) del bambino.

Solo lunedì, tanto per gradire, lo stesso governo ha bloccato un emendamento contro la creazione di embrioni animali per uso medico (per ricerche sulle cellule staminali) o embrioni umani in vitro utili per fornire tessuti compatibili per trapianti ai "fratelli" malati.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: