Los Angeles premia i gay nei media: da Ugly Betty a Brothers & Sisters

premi gay media

I messaggi che cambiano l'opinione discriminatoria verso gli omosessuali devono passare nella quotidianità ma anche nei media. Sono loro che fanno conoscere e vedere con un occhio diverso al grande pubblico il nostro mondo e devono essere premiati. E' quello che fa il "Gay and Lesbian Alliance Against Defamation Media Awards" di Los Angeles ogni anno con il suo prestigioso riconoscimento.

Il più importante è quello offerto ad "Ugly Betty", telefilm di successo anche in Italia con ben due personaggi legati al monto glbt, l'editore Alexis Meade, interpretato da Rebecca Romjin e l'assistente palesemente gay Marc St. James, interpretato da Michael Urie.

Non meno rilevanti il premio dato a Janet Jackson, icona gay molto impegnata a favore del movimento e Rufus Wainwright, importantissimo musicista omosessuale (pensate che suo padre lo riconobbe come omosessuale in giovanissima età).



E ancora l'attrice comica Kathy Griffin, icona gay che spesso presenta nei suoi pezzi comici e nel reality che la vede protagonista, "My life". Ultimo ma non meno importante, è stato premiato Matthew Rhys di "Brothers and Sisters", che nel telefilm interpreta Kevin, un giovane omosessuale lontano dai classici stereotipi dove il gay è solo un puntino rosa messo in mezzo per fare colore.
  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: