La festa degli escort

ErotismoBen lungi dall’idea di dissacrare l’anniversario della liberazione, il 25 aprile potrebbe anche essere la festa degli escort.

Nell’antica Roma, infatti, il 25 anno di ogni anno si celebravano i Robigalia, festa dedicata ai prostituti maschi. In questa occasione un corteo di fedeli si recava in un bosco sacro dedicato alla dea Robigo (divinità che proteggeva le coltivazioni dalla ruggine del grano) che sorgeva nell’odierna zona denonimata Tomba di Nerone. Giunti nel bosco, il Flamen quirinalis (il sacerdote preposto al culto di Quirino e che celebrava, tra gli altri, i riti dei Robigalia) offriva sacrifici alla dea. Dopo la cerimonia giovani e anziani festeggiavano con banchetti, giochi, gare e divertimenti.

Robigo, la divinità, venne percepita come maschile dagli autori più antichi che parlano di un dio Robigus, mentre in età imperiale fu percepito come una dea, in quanto gli autori parlano di una dea Robigo (Robigine). Probabilmente il cambiamento avvenne per far corrispondere il genere della divinità con quello del nome comune robigo che in latino è femminile e indica la ruggine. Un bell'esempio di transizione...

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: