Milano: poche uscite di sicurezza, chiude il "Binario 1". Ma l'Arcigay non ci sta...

Si spengono le luci della disco? - Flickr: VagamundosAurelio Mancuso parla di "un'accanimento da parte dell'amministrazione contro di noi". Noi, ovviamente, saremmo i gay italiani. Tutti.

E questo perché? Perché questura e vigili milanesi hanno deciso la chiusura del "Binario 1", locale gay milanese legato all'Arcigay (con tanto di tessera).

Colpa delle uscite di sicurezza, solo tre per le oltre 550 persone presenti tra la sala da ballo, la terrazza e le due dark-room presenti nel locale. Motivi molto simili a un'altra chiusura eccellente, quella dell'Hollywood: un altro storico locale, sempre milanese ma un po' meno gay. Molto rumore per nulla?

Il Presidente di Arcigay, infatti, pare non averla presa molto bene. Colpa forse degli altri due locali già chiusi negli scorsi giorni, l'After Line e il Next Groove. Sta di fatto che di fronte all'ennesima chiusura (giustificata), è esploso:

"A Milano i controlli ai circoli si sono moltiplicati, ci sentiamo presi di mira. Se il locale non è a norma è giusto chiuderlo, ma un tale dispiegamento di forze non si giustifica"

Non si giustifica neanche dopo "decine di verbali per risse, aggressioni e spaccio in strada", come risponde il vicesindaco di Milano? È da chiarire: come in casi passati, sembra che il confine fra il lecito e l'illecito, nella comunità omosessuale, sia parecchio indefinito...

foto | Flickr

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: