23 GLBT Torino: giorno 2 tra corti e Parker Williams

Parker Williams

Grandi emozioni anche quest'anno per le proiezioni in concorso. Il sottoscritto ha visionato con estremo interesse emozione il primo ciclo di corti del concorso. A spiccare sono certamente Katong Fugue, storia commovente di una madre che si relaziona con la segreta omosessualità del figlio attraverso i canali emozionali di un pianoforte. Bellissimo anche il film olandese Donkeygirl, simpatica storia nella quale due ragazzine, l'una di origine araba e l'altra olandese scoprono la loro attrazione attraverso un dolcissimo gioco del corteggiamento. E ancora "En Liten Tiger", una simpatica commedia svedese nella quale un bambino con due madri lesbiche si trova ad affrontare le difficoltà del pregiudizio.

In seconda serata, il film "Japan Japan" per le panoramiche lungometraggi. Una storia di incredibile fascino che vede un giovane ragazzo gay israeliano confrontarsi con il desiderio di evadere non avendo le possibilità economiche per farlo. Costruendo quindi il Giappone dentro e attorno a sé. In conclusione, giusto perchè a Queerblog non ci facciamo mancare nulla, il primo film omaggio all'attore porno Parker Williams, presente in sala, nel suo primo film da regista "Lube Job". Vecchio nelle idee, vecchio nei personaggi, vecchio nelle scene, privo di sensualità. un film del 2006 senza alcun margine di apprezzabilità, specie nella regia. Perchè per essere notevole è notevole Parker, ma la bellezza senza il ballo non basta. A domani.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: