Candidati lgbt, solo Paola Concia va in Parlamento

Fuori i volti storici e le nuove star politiche del movimento lgbt, nella XVI legislatura la bandiera dei parlamentari apertamente omosessuali rimane in mano alla sola Paola (Anna Paola) Concia, eletta alla Camera in Puglia con il Partito democratico. Rimane fuori per un pelo, invece, (è il primo dei non eletti in Lombardia e potrebbe subentrare se qualcuno si dimettesse) Ivan Scalfarotto.

Come vi avevamo già detto, quindi, la disfatta della Sinistra arcobaleno e la prevedibile esclusione del Ps ha tenuto fuori da Camera e Senato i volti più noti: Franco Grillini, Vladimir Luxuria, Titti De Simone, Giampaolo Silvestri. Rimane solo la Concia a rappresentare esplicitamente il mondo lgbt. In bocca al lupo a lei, quindi.

Ma in fondo, è meglio avere qualche parlamentare lgbt o una maggioranza laica, al di là dell'orientamento dei singoli? (tanto per stavolta non abbiamo né l'uno né l'altro).

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: