Del Vecchio e i gay nell'esercito

Il Del Vecchio-pensiero recita così: “ I gay nell’esercito sono inadatti”. Del fatto in sé non ci stupiamo, ma che qualcuno lo dica apertamente invece è scandaloso. Il generale candidato nelle file del Partito democratico lo ha dichiarato in un’intervista rilasciata a Klaus Davi per KlausCondicio, su YouTube.

Ovviamente Grillini ha replicato: «Che le strutture militari siano omofobe, e, più i generale, sessuofobe è risaputo, le strutture gerarchiche e maschiliste, soprattutto in condizioni di mono-sessualità, tendono a riprodurre un modello di maschilismo autoritario. Tuttavia il mondo è fortemente cambiato - ha aggiunto Grillini - e Del Vecchio non se ne è accorto». E poi Grillini ricorda che «in Inghilterra, ad esempio, sui giornali gay si promuove l'arruolamento nella marina, e l'esercito israeliano, poi, arruola senza difficoltà gli omosessuali».

Insomma l’accaduto, la gaffe istituzionale, l’errore politico, come volete interpretarlo, la dice lunga sulle intenzioni e gli interessi del Pd. La controreplica, in odore di elezioni, sa di ipocrita messa di mani avanti: «Ho visto che alcune mie dichiarazioni stanno suscitando polemiche. Vorrei precisare - ha detto Del Vecchio - che interpretare come un pensiero compiuto qualche frase detta con un po' di ingenuità sarebbe sbagliato». Il generale ha ammesso di essersi «prestato con inesperienza ad una intervista che ho interpretato come scherzosa e irrituale».

via : Corriere

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: