Fingersi gay per un anno, ecco l'esperimento di Timothy Kurek

Scritto da: -

Timothy Kurek finto gay per un esperimento

Timothy Kurek è un ragazzo 26enne del Tennesse. È un conservatore cristiano evangelico. Eterosessuale.

Aveva molti pregiudizi nei confronti degli omosessuali, fino a quando, un giorno, ha deciso di fare un esperimento dalla durata di 365 giorni: fingersi gay.

La scelta di Timothy non è stata solamente spinta da un personale esperimento per modificare il suo pensiero bensì è diventata trama per il suo libro. E, proprio in questi giorni ha raccontato la sua esperienza:

Quello che ho vissuto non è neanche comparabile a ciò che passano gay e lesbiche tutti i giorni. La mia decisone pretendeva un coinvolgimento totale. Sapevo di voler capire, il più realisticamente possibile, come quell’etichetta poteva cambiare la mia vita. Il mio libro non è un testo sulla condizione gay, ma sul pregiudizio.

L’idea gli è nata nel 2009 quando una ragazza che conosceva, una sua amica, gli raccontò tra le lacrime di essere stata cacciata di casa dai genitori perché lesbica. E mentre lei si disperava per aver perso la famiglia, lui tentava di convincerla a diventare eterosessuale. Con la complicità del suo amico gay Shawn, decide di fare coming out (sebbene sia etero) e di vivere un anno da gay. Il risultato? Quasi tutti gli amici prendono le distanze da lui. La madre, addirittura, gli confessa:

Preferirei aver scoperto di avere un cancro piuttosto che ritrovarmi un figlio così…

Solo successivamente cambia idea. Dopo un anno la rivelazione: era tutto finto. E qualcosa lui ha imparato:

Ho capito che Dio ama tutti davvero. Ed essere gay per 365 giorni ha salvato la mia fede.

Via | La Stampa

Vota l'articolo:
3.91 su 5.00 basato su 47 voti.  
 
  • nickname Commento numero 1 su Fingersi gay per un anno, ecco l'esperimento di Timothy Kurek

    Posted by: bleistein

    Oppure, a scelta, <i>fare coming out</i> per un anno e poi tornare <i>closeted</i> ;) Scritto il Date —