Gay Pride in Serbia annullato per ragioni di sicurezza e di ordine pubblico

Serbia: Gay Pride annullato per ragioni di sicurezza e di ordine pubblico

Come era prevedibile, le autorità serbe hanno vietato il gay pride di Belgrado previsto per sabato 6 ottobre prossimo. Le motivazioni ufficiali sono per ragioni di sicurezza e di ordine pubblico. Vietati anche nella giornata di sabato tutti i raduni e i concerti da parte degli omofobi. Ivica Dačić, ministro dell'interno e premier serbo, ha così affermato:

Non si tratta certamente di una sconfitta rispetto le minacce di frange estremiste e violente. Ma in questo momento la Serbia non ha bisogno di scontri e incidenti. La nostra decisione non è contro i diritti di qualcuno, ma per garantire la sicurezza dei cittadini.

Dietro queste ragioni di sicurezza e di ordine c'è una richiesta del patriarca ortodosso Irinej direttamente al premier. Per il patrarica il gay pride è una

tragicomica parata della vergogna che getta una pesante ombra morale sulla nostra città, sulla nostra cultura cristiana e sulla dignità delle nostre famiglie.

Irinej ha avuto da ridire sulla mostra Ecce Homo dell'artista svedese Elisabeth Ohlson Wallin in cui cè un'immagine di Gesù vestito da donna:

Non pensavo che anche quest’anno mi sarei trovato obbligato a scriverle a nome della Chiesa serbo-ortodossa e dei suoi fedeli, che sono la maggioranza nel paese, ma anche a nome di numerosi fedeli di altre religioni, con la preghiera e la domanda di prevenire, con la sua autorità, la scandalosa mostra fotografica.

La mostra, comunque, verrà inaugurata stasera con un grande dispiego di polizia in tenuta antisommossa.

Foto | Amazonite dal en.wikipedia.org [GFDL o CC-BY-SA-3.0], attraverso Wikimedia Commons

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 24 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO