Gay clandestino in Italia: non basta dirsi omosessuale

Marocco gayUn immigrato clandestino che si dichiara omosessuale in Italia ha buone possibilità di permanere nel nostro Paese per ricevere tutele dalle gravi condizioni nelle quali vertono moltissimi paesi extraeuropei dove essere omosessuali è reato.

La nota importante di qualche ora fa è che la Prima sezione penale della Corte di Cassazione dovrà decidere se un uomo marocchino sia realisticamente perseguibile nel suo Paese per la sua "pratica personale" e non solo per manifestazione di impudicizia sessuale.

Secondo i giudici modenesi invece la "mera affermazione della propria appartenenza nazionale ad uno Stato nel quale l’omosessualità sarebbe repressa penalmente integra il giustificato motivo”. Si aspettano ora ulteriori sviluppi.

Pensate che qualcuno possa usare questo escamotage per restare in Italia pur non essendo effettivamente omosessuale?

Via | Immigrazione Oggi

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: