Matrimonio gay: in Australia il Parlamento ha detto no

Scritto da: -

No matrimoni gay in Australia

Brutte notizie dall’Australia. Solo 42 deputati su 150 erano favorevoli ai matrimoni gay: non possono quindi gioire coloro che auspicavano la fine di questa diversità di trattamento tra unioni eterosessuali e omosessuali in ambito matrimoniale.

Julia Gillard per il Labour e Tony Abbot per i conservatori si sono dichiarati contrari. Ma c’è anche chi ha apertamente condannato questo risultato.

Ecco le parole del ministro dei trasporti Anthony Albanese:

Tutti i dati dimostrano come la comunità australiana approvi in maggioranza le nozze gay.

In alcuni stati australiani è possibile unirsi civilmente ma la speranza di potersi sposare sembra diventare, a questo punto, molto più improbabile (almeno in tempi brevi). Alex Greenwich, responsabile dell’Australian Marriage Equality non pare però aver perso le speranze in questa battaglia:

Adesso il Parlamento ha effettivamente ignorato i desideri di una maggioranza di Australiani, gli stati e i territori prenderanno il comando, facendomi sentire fiducioso sul vedere matrimoni dello stesso sesso, in qualche parte dell’Austrlia, entro la fine dell’anno.

Via | PinkNews

Vota l'articolo:
3.88 su 5.00 basato su 16 voti.