Laurence Housman, tra censure e marce per i diritti civili

Laurence Housman

Sicuramente mento noto del fratello, il celebre poeta A.H. Housman di cui curò anche le ultime pubblicazioni, Laurence Housman (1865-1959) fu uno dei drammaturghi (omosessuali e no) più osteggiati dalla censura inglese.

Le sue opere che attingevano a piene mani dalla famiglia reale inglese o dalla Bibbia suscitavano ogni volta lo scandalo, così l’autore per sfuggire alla inarrestabile mannaia del censore dovette ricorrere al sotterfugio, rappresentando le sue commedie in teatri privati, lontano dall’occhio indagatore del Lord ciambellano (il bando venne revocato solo nel 1937).

Laurence Housman oltre a scrivere libri (tra cui una bellissima autobiografia “The Unexpected Years”), saggi e articoli lavorò attivamente sia per il movimento pacifista che per quello femminista impegnato allora in una durissima lotta per il diritto al voto. Non vi era marcia o protesta a cui non partecipasse al fianco dell’amatissima sorella Clemence.

Fu proprio la morte di quest’ultima nel 1955 a lasciarlo senza più voglia di vivere. Una depressione con cui dovette convivere fino alla morte, avvenuta quattro anni dopo.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 8 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO