Nuova Zelanda: il Parlamento approva che si discuta sulle nozze gay

Nuova Zelanda: il Parlamento approva che si discuta sulle nozze gay

Il Parlamento della Nuova Zelanda ha approvato in prima lettura il progetto di legge del matrimonio tra persone dello stesso sesso per ottanta voti favorevoli e quaranta contrari, il che, praticamente, suppone l'apertura di un dibattito in materia. Questo non vuol dire che i matrimoni gay in Nuova Zelanda sono già belli che approvati: molti parlamenti che hanno votato a favore, infatti, hanno dichiarato di averlo fatto in modo da poterne discutere e ancora non si sono formati una idea precisa in merito. Rimane, tuttavia, un'ottima notizia.

La proposta di legge è partita dalla deputata laburista Louisa Wall e può contare sul sostegno del primo ministro John Key, del Partito Nazionale (centro-destra). Ora il progetto sarà discusso per un semestre da una commissione che, alla fine, dovrà stabilire se raccomandarne o meno l'approvazione: solo allora si sapranno come stanno effettivamente le cose.

È probabile che i quattordici deputati Verde e una parte significativa dei trentaquattro deputati laburisti voteranno a favore (anche se tre di loro hanno votato contro alla prima lettura). Il leader laburista, Davide Shearer, ha già annunciato da mesi il suo sostegno sia al matrimonio egualitario che all'adozione omoparentale, affermando contemporaneamente che, secondo lui, la legge delle unioni civili in vigore dal 2005 non è sufficiente.

Tutto dipenderà dalla posizione che prenderanno altre forze minoritarie s soprattutto dal numero dei deputati del Partito Nazionale (ne ha cinquantanove su un totale di centoventuno) che vorranno seguire le orme del primo ministro e sostenere la misura.

Secondo vari sondaggi, la popolazione della Nuova Zelanda sostiene fortemente il matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Via | Dos manzanas
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail