Gay si nasce?

Sono passati 50 anni dal debutto in teatro di "My Fair Lady", scritto da G.B.Show, per ironizzare sui capricci bizzarri dei salotti della Londra "bene". Ora arriva in teatro "My Fair Boy", uno spettacolo che rielabora questo mito usando un format da sit-com, con dialoghi dal ritmo serrato e battute corrosive, per una critica ai vizi e le ipocrisie della società moderna.

Protagonisti sono: Gregorio, professore di antropologia, e Nicoletta, psicologa. L'uno è fiero sostenitore di una tesi secondo cui tutti nasciamo gay ed è la società ad uniformarci sotto un'identità eterosessuale; l'altra, è convinta che il dilagare dell'omosessualità sia dovuto ad un mancanza di punti di riferimento e si pone l'obiettivo di salvare il mondo con le sue terapie. L’interesse di entrambi per Valerio sarà una sfida per dimostrare quale tesi sia quella giusta.

L’appuntamento con “My fair boy”, per la regia di Massimiliano Milesi, è a Roma dal 21 al 29 ottobre alle 21 al Teatro Tiburtino (via di Casal Bruciato 15). Obbligatoria la prenotazione: 0668807107

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: