Alfred Kinsey e la Heterosexual/ Homosexual Rating Scale

Alfred Kinsey e la Heterosexual/ Homosexual Rating Scale

Ricorre oggi l’anniversario della morte di Alfred Kinsey, autore di due testi che hanno fatto epoca: Il comportamento sessuale dell'uomo (1948) e Il comportamento sessuale della donna. Entrambi sono meglio noti come il Rapporto Kinsey.

Nei due libri Kinsey, insieme al suo staff, mette a punto la cosiddetta Scala Kinsey o, più correttamente, la Heterosexual/ Homosexual Rating Scale. La scala è stata sviluppata da Alfred Kinsey e dai suoi colleghi Wardell Pomeroy e Clyde Martin nel 1948 per cercare di spiegare i risultati delle loro ricerche in relazione al fatto che le persone non possono essere etichettate rigidamente come eterosessuali o omosessuali.

Alfred Kinsey e la Heterosexual/ Homosexual Rating Scale

Nell’intervistare uomini e donne sulle loro storie sessuali, Kinsey, infatti, ha scoperto che per molte persone il comportamento sessuale non è sempre stato coerente nel tempo. La maggior parte degli uomini e delle donne hanno dichiarato di essere esclusivamente eterosessuale, diverse persone hanno detto di avere esclusivamente orientamento omosessuale, mentre altre hanno rivelato di muoversi in mezzo a questi due orientamenti sessuali.

Gli studiosi hanno, così, stilato la Heterosexual/ Homosexual Rating Scale che risulta composta da sette punti:


    0. esclusivamente eterosessuali
    1. in prevalenza eterosessuale, ma in talune circostanze con tendenze omosessuali
    2. eterosessuali in prevalenza, ma con forte componente omosessuale
    3. bisessualità: tendenze eterosessuali e omosessuali si equivalgono
    4. in prevalenza omosessuali, ma con forte componente eterosessuale
    5. omosessuali in prevalenza, ma in alcune circostanza con tendenze omosessuali
    6. esclusivamente omosessuali

Per meglio interpretare la scala, è utile un passaggio de Il comportamento sessuale dell'uomo:

Il mondo non è diviso in pecore e capre. Non tutte le cose sono bianche o nere. È fondamentale nella tassonomia che la natura raramente ha a che fare con categorie discrete. Soltanto la mente umana inventa categorie e cerca di forzare i fatti in gabbie distinte. Il mondo vivente è un continuum in ogni suo aspetto. Prima apprenderemo questo a proposito del comportamento sessuale umano, prima arriveremo ad una profonda comprensione delle realtà del sesso.

Ne Il comportamento sessuale della donna, poi, leggiamo:

È una caratteristica della mente umana quella di suddividere esattamente nella classificazione dei fenomeni... Il comportamento sessuale è sia normale che anormale, socialmente accettabile che inaccettabile, eterosessuale o omosessuali, e molte persone non vogliono credere che ci sono delle gradazioni tra i due estremi.

La scala di Kinsey non è un test, ma semplicemente un metodo di auto-valutazione sulla base della propria esperienza individuale. Non è un dogma. Non è un modo di incasellare la realtà. È solo testimonianza di quel fatto che non tutto è bianco o nero. Sembra lampante, ma in molti non vogliono ancora capirlo.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: