Venezia Film Festival 2012: Queer Lion Award

Durante la 69. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia ci sarà, come da qualche anno, il Queer Lion, premio collaterale dedicato al cinema con con tematiche omosessuali e queer culture. L'edizione di quest'anno è la numero sei.

I film in gara sono sette: 6 sull’autobus di Simone Dante Antonelli, Giacomo Bisordi, Rita de Donato, Irene di Lelio, Antonio Ligas, Emiliano Russo (Italia 2012, 38’), Acciaio di Stefano Mordini (Italia 2012, 95’), Cherchez Hortense di Pascal Bonitzer (Francia 2012, 110’), Den Skaldede Frisør di Susanne Bier (Danimarca/Svezua 2012, 112’), Kiss of the Damned di Xan Cassavetes (USA 2012, 97’), Passion di Brian De Palma (Francia/Germania 2012, 100’), The Weight di Jeon Kyu-hwan (Corea del Sud 2012, 107’).

In Passion e Kiss of the Damned ci sono diverse scene con contenuto lesbico; The Weight e 6 sull’autobus hanno come protagonisti delle transessuali MtF; Acciaio è tratto dall’omonimo libro cult di Silvia Avallone edito da Rizzoli.

La giuria sarà presieduta dalla coppia di registi Matteo Botrugno e Daniele Coluccini (in gara nel 2010 per il Queer Lion con il film Et in terra pax presentato) e vi fanno parte Daniel N. Casagrande, creatore del Queer Lion, e Marco Busato delegato generale dell’associazione culturale CinemArte.

Molto bello, secondo me, il promo di questo Queer Lion con la regia di Daniele Sartori, la supervisione artistica del regista, costumista e scenografo d’opera lirica Ivan Stefanutti e che vede in scena gli attori Manuela Canto, Donato Ceron, Marzio Fabris.

  • shares
  • Mail