L'Arabia Saudita non vuole i domini .gay

L'Arabia Saudita non vuole i domini .gayL'estensione .gay per i domini internet si è scontrata con l'opposizione del governo dell'Arabia Saudita. La Commissione per le Comunicazioni e le Tecnologie dell'Informazione del paese, infatti, ha sostenuto che un tale suffisso “promuoverà l'omosessualità”, oltre ad essere “offensivo per molte società e culture”.

Secondo la commissione, infatti, i domini .gay potrebbero contenere materiale pornografico che “mina l'uguaglianza di genere e minaccia la morale pubblica”. Una motivazione un po' risibile se si considera che le legge dell'Arabia Saudita vieta alle donne, per esempio, di guidare...

Attivisti del Regno Unito hanno precisato che le pagine web con estensione .gay saranno “minuziosamente regolati” e non serviranno per “promuovere l'omosessualità” ma per offrire sostegno. Del resto, notano gli attivisti inglesi, il governo saudita già censura internet e blocca l'accesso a pagine di informazione e discussione sulle tematica lgbt.

Alle autorità saudite non piacciono nemmeno i suffissi .virgin, .wine, .bar, .baby, .tatto, .africamagic e .islam. Magari fanno prima a dire che non vogliono internet del tutto!

Via | Dos Manzanas

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: