Reykjavík: sindaco partecipa vestito da donna al Pride per sostenere le Pussy Riot

Jón Gnarr, sindaco di Reykjavik, ha espresso la propria solidarietà alle Pussy Riot decidendo di vestirsi da donna e, così, sfilare al gay pride che si è tenuto nei giorni scorsi. Il sindaco è salito su un carro vestito completamente di rossa e con un passamontagna e ha ballato sulla musica di Clear the Cobblestones. Al suo fianco uno striscione Free Pussy Riot.

Non è la prima volta che Jón Gnarr si veste da donna e, in questo modo, partecipa al gay pride. Nel 2010, appena eletto, si presentò al gay pride della sua città con abiti femminili, truccato di tutto punto e con parrucca bionda e borsetta.

A sostegno delle Pussy Riot si sono schierate Madonna, Bjork e anche i big della musica indie (con la band dei Peaches, Simonne Jones e tanti altri musicisti, artisti, attivisti che hanno prodotto un video).

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 70 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO