San Pietroburgo: proteste contro Madonna, paladina dei gay

San Pietroburgo: iniziano le proteste contro Madonna, paladina dei gay

Oggi, giovedì 9 agosto, ci sarà, dunque, il tanto atteso concerto di Madonna a San Pietroburgo. Mentre Elton John, poco diplomaticamente, afferma che la carriera di Madonna è finita, lei si dice disinteressata a questo tipo di critiche e prosegue per il suo tour. A San Pietroburgo, Madonna, però, troverà altre critiche, dal momento che sembra che nessuno la voglia.

Da un lato gli ultraconservatori ritengono che sarebbe uno scandalo che la signora Ciccone, paladina dei gay, si esibisse in concerto nell'antica capitale degli zar; dall'altro lato, gli attivisti lgbt russi chiedono che il concerto venga cancellato perché, come ricorderete, a San Pietroburgo vige la legge che vieta la “propaganda omosessuale”. Secondo gli attivisti, infatti, la presenza di Madonna in un certo senso avallerebbe tale legge.

Ora gli ultraconservatori hanno iniziato proteste pubbliche contro la cantante: secondo loro Madonna con le sue canzoni promuove la perversione e il vizio. Considerato, poi, che Madonna ha detto che criticherà la legge contro la “propaganda omosessuale” e che potrebbe essere arrestata, la tensione è alle stelle. Che succederà secondo voi?

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: