Colette: il bacio dello scandalo

Colette

Colette (1873-1954) è ancora oggi una delle scrittrici più amate, lette e citate di tutta la Francia. La sua vita avventurosa, che solletica il pubblico moderno, sembra avere gli stessi ingredienti di un romanzo che mescoli, con un pizzico di audacia, amori, fughe e prigionie.

Dei suoi amori saffici, dei suoi scritti sull’omosessualità “Il puro e l’impuro” che lei stessa considerava tra i migliori che avesse mai scritto, se ne parla tuttavia di rado, archiviandoli spesso come fasi temporanee, momenti fugaci od addirittura semplici capricci.

In realtà l’omosessualità fu un tema centrale di tutta la sua opera; centralità di cui i critici non sempre amano parlare. Colette, si sa, ebbe una vita intensa, tre mariti (tra cui l’infido Henry Gauthier-Villars che si attribuì la paternità della celebra saga di Claudine) e una carriera che alla sua morte fu suggellata da un funerale di stato, il primo per una scrittrice.

A noi piace ricordare però, oltre i trionfi letterari, il suo lungo amore per Mathilde de Morny, Marquise de Belbeuf detta Missy, incontrata nei circoli vicini all’onnipresente Natalie Barney, e quel loro bacio dato a teatro durante la pantomima Rêve d'Égypte che scatenò, come un fulmine a ciel sereno, il putiferio tra i presenti.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 26 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO