L'attivista gay Maurice Mjomba trovato morto in Tanzania

In Africa non è facile essere gay ed essere visibili, specialmente per chi si spende in prima persona a favore dei diritti e contro le discriminazioni. Un altro difensore dei diritti umani, infatti, è morto e sul suo decesso c'è l'ombra di un delitto.

Maurice Mjomba, della Tanzania, è stato trovato morto nella sua casa a Dar-es-Salaam: un vicino ha sentito cattivo odore e ha chiamato la polizia, il che farebbe pensare a una morte che risale a tempo fa.Mjomba, che aveva solo 29 anni, faceva parte di uno dei più importanti gruppi della Tanzania impegnati nella difesa delle persone omosessuali, Stay Awake Network Activities (SANA) sin dal 2008, anzi era stato uno dei fondatori.

Il suo impegno era orientato in particolare nella lotta all'Hiv e nella diffusione di informazioni per la prevenzione. Secondo l'associazione di cui faceva parte l'uomo è stato strangolato.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 17 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO