Ciao ciao al senatore anti-gay Larry Craig

Vi abbiamo parlato del senatore omofobo americano Larry Craig e della sua disavventura nel gabinetto di un aeroporto, dove tentava di abbordare un uomo rivelatosi poi un poliziotto. Uno di quei graziosi scherzi del destino che allietano le nostre giornate, consolandoci della vista di un Mastella alla tv.

È giusto, dunque, raccontare la conclusione di questa vicenda che ha visto Craig dare le dimissioni, pur continuando a giurare e spergiurare che lui "non è gay". Ma sono stati i suoi alleati e compagni di partito, i repubblicani, a metterlo nelle condizioni di farsi da parte una volta perduto ogni sostegno persino dalla propria parte politica.

Un altro sepolcro imbiancato se ne va dopo aver mostrato la sua vera natura, come quei sassi di fiume che sembrano levigati e puliti, ma se li sollevi sono pieni di vermi.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: