Roma Pride, migliaia di cittadini in piazza: "Sempre più bersaglio di odio e violenza"

Migliaia di persone sono scese in piazza oggi pomeriggio nella Capitale per l'annuale Roma Pride, la parata dell'orgoglio LGBTQ+ che nella sua edizione romana è giunta quest'anno alla sua 25esima edizione.

Il corteo è partito da piazza della Repubblica e si è snodato per le strade di Roma fino a raggiungere piazza Madonna di Loreto in un evento che dopo l'insediamento del governo gialloverde è più necessario che mai. Il tema, visto che il 2019 ricorrono anche i 50 anni dai moti di Stonewall, è "Nostra la storia, nostre le lotte".

E proprio alle lotte del passato fanno cenno le numerose dichiarazioni giunte in queste ore dagli organizzatori e dalle associazioni LGBT e non solo che stanno partecipando all'evento. Sebastiano Secci, portavoce del Roma Pride e presidente del Circolo Mario Mieli, ha riassunto bene tutto:

Vogliamo partire da quei momenti fondamentali della nostra storia, ma non possiamo prenderci il lusso di spegnere solo le candeline. Dobbiamo continuare a lottare in prima linea perché i tempi che abbiamo davanti sono sempre più scuri: giornalisti presi di mira da politici al governo, insegnanti sospese e reintegrate in maniera arbitraria, esseri umani sequestrati nelle navi e intanto il movimento Lgbt è sempre più bersaglio di odio e violenza. I nostri figli e le nostre figlie vengono dichiarati inesistenti e dunque c'è ancora tanto da fare. Oggi lo facciamo intrecciando le nostre lotte con il movimento transfemminista, con i migranti, con i lavoratori, con gli studenti, con i disabili intrecciando le lotte con chiunque combatta ogni giorno per costruire una società migliore.

Un evento inclusivo che prova ad attirare l'attenzione di un governo sempre più ostinato a guardare dall'altra parte e con un'agenda politica ben chiara sul fronte dei diritti LGBT e dell'inclusione più in generale.

In apertura vi proponiamo una selezione di foto dalla parata di oggi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail