Napoli, aggredisce con una mazza il vicino di casa transgender: arrestato 39enne

Un uomo di 39 anni è stato arrestato ieri a Giugliano in Campania, alle porte di Napoli, con l’accusa di atti persecutori e lesioni gravissime dopo la brutale aggressione ai danni di un ragazzo transgender che da un paio di mesi si era trasferito nello stesso palazzo dell'uomo.

Il 39enne, subito dopo il trasferimento del transgender di 29 anni e della sua compagna, una donna di 58 anni, aveva iniziato a prendere di mira i due con veri e propri atti persecutori, insulti sui social network e dispetti di vario genere. Il motivo? Voleva costringerli a trasferirsi altrove.

L'escalation di violenza ha raggiunto il suo culmine nella giornata di ieri, quando il 39enne ha visto il 29enne rientrare a casa e, mentre si trovava ancora sul pianerottolo, è uscito brandendo una mazza in cui aveva conficcato tre chiodi arrugginiti e si è avventato sul giovane, colpendolo più volte.

La compagna del giovane, resasi conto di quanto stava accadendo, è intervenuta in suo soccorso ed è rimasta ferita a sua volta. L'immediato intervento dei carabinieri ha evitato il peggio: l'uomo è stato arrestato e condotto nel carcere di Poggioreale, mentre il giovane transgender e la sua compagna sono stati trasportati in ospedale con diverse contusioni e tagli su varie parti del corpo.

  • shares
  • Mail