Napoli, 58enne invalido cacciato da casa perchè gay: si mobilità il Comune

"Moltiplicheremo gli sforzi per cercare insieme a Sergio e alla sua famiglia una soluzione"

uomo cacciato di casa

Ancora un caso di omofobia tutto italiano. Stavolta siamo in provincia di Napoli, per la precisione a Monte Di Procida, dove un uomo di 58 anni, ex marittimo ed invalido dopo un incidente sul lavoro, è dovuto recarsi in ospedale a causa dei morsi ricevuti da alcuni topi, dopo esser stato costretto a vivere in un sottoscala dalla famiglia, pronta a ripudiarlo quando ha scoperto la sua omosessualità.

La denuncia è stata fatta dal presidente di Arcigay Napoli Antonello Sannino, che ha accompagnato in ospedale il 58enne Sergio. L'uomo si trova da tempo costretto a vivere in un sottoscala in pessime condizioni igienico-sanitarie, senza elettricità né acqua corrente.

Il sindaco del comune, Giuseppe Pugliese, ha spiegato di essere già a conoscenza della situazione di Sergio e di essersi già mosso in passato, anche se non tutti i tentativi erano andati a buon fine:

Gli abbiamo erogato un contributo una tantum, gli abbiamo proposto ricoveri in strutture che lui però ha sempre rifiutato. Gli abbiamo inviato per alcune ore la settimana un operatore sociosanitario, abbiamo provato a erogargli il Rei, il reddito di inclusione, ma l'Inps glielo ha negato probabilmente perché risulta intestatario di quote di beni ricevute in eredità.

Pugliese ha promesso che ora il Comune si impegnerà con maggiori sforzi per tirare fuori il 58enne da questa situazione drammatica:

Non siamo una comunità omofoba. Conoscevamo da tempo le condizioni di difficoltà di Sergio e abbiamo provato in più modi ad aiutarlo, dal Comune alla parrocchia. Ora cercheremo di trovare ulteriori soluzioni che gli consentano di non vivere in condizioni disumane. [...] Moltiplicheremo gli sforzi per cercare insieme a Sergio e alla sua famiglia una soluzione, perché è indegno che nel 2018 un uomo possa vivere in un seminterrato privo dei requisiti di abitabilità.

Foto | iStock

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 44 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail