Indonesia, via libera alla legge che punta a vietare i personaggi LGBT in TV

In Indonesia, fatta eccezione per le province di Aceh e Sumatra, l’omosessualità non è illegale, ma ormai da tempo si sta assistendo nel Paese a clamorosi passi indietro sul fronte dei diritti LGBT, sempre più a rischio coi legislatori profondamente tradizionalisti.

In queste ore, dopo l'ok dei legislatori, il Parlamento dell'Indonesia sta discutendo una proposta di legge che punta a mettere al bando dalla tv indonesiana tutti i personaggi LGBT. La proposta di legge vuol mettere a bando dalla tv locale quelli che vengono definiti "comportamenti LGBT", vale a dire qualsiasi personaggio o situazione legata al mondo LGBT, a cominciare dal divieto di mostrare gay, lesbiche, transgender o bisessuali.

Ma questo divieto non andrebbe ad impattare soltanto la serialità televisiva: il ban riguarderebbe anche approfondimenti sul mondo LGBT o un qualsiasi servizio o documentario legato a quell'universo. Tutto ciò che sarà trasmesso in TV, secondo la proposta di legge, dovrà essere prima esaminato da un corpo incaricato proprio di valutare che non ci siano violazioni delle linee guida.

Supiadin Aries Saputra del Partito Nazional Democratico ha spiegato:

Non possiamo permettere comportamenti LGBT in TV. É contro la nostra cultura. Dobbiamo censurarla sul nascere, prima che diventi uno stile di vita. É pericoloso e può rovinare la moralità delle nuove generazioni.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO