Gordon Thomson di Dynasty fa coming out: "All'epoca non aveva senso dirlo"

gordon-thomson.jpg

L'attore canadese Gordon Thomson, noto al grande pubblico per aver interpretato il cattivo di Adam Carrington della soap opera statunitense Dynasty dal 1982 al 1989, ha da poco fatto coming out nel corso di un'intervista concessa al Daily Beast.

L'attore ha raccontato di esser sempre stato consapevole del proprio orientamento sessuale:

Non è una cosa che ho mai annunciato pubblicamente. Immagino che la gente lo sapesse e ora che ho quest'età non ci sono problemi nel dirlo. Probabilmente a causa del mio background sono tanto omofobo quanto un qualsiasi altro uomo gay ancora in vita. Quando era piccolo l'omosessualità era considerata un crimine, poi fu classificata come malattia mentale. Solo quando Pierre Trudeau divenne Primo Ministro del Canada, io avevo circa 23 o 24 anni, ha smesso di essere un crimine, ma almeno fino a quando avevo sui 30 anni era ritenuta una malattia mentale negli Stati Uniti. Quindi devi avere a che fare con quello. E la vergogna e la mancanza di autostima avevano appena iniziato a farsi avanti.

Thomson ha poi spiegato di essere riuscito, pian piano, ad accettarsi e vivere senza grossi problemi la propria vita, pur continuando a mantenere un residuo di vergogna:

Ora sto bene, ma quello che è cambiato dentro di me non è ancora abbastanza e non lo sarà mai a causa del mio background.

Questa sua incapacità di accettarsi completamente gli ha creato non pochi problemi anche sul piano delle relazioni, al punto da impedirgli di riuscire a portare avanti una relazione sana e duratura con un altro uomo. Il vivere la propria sessualità di nascosto, però, non sembra aver rappresentato un problema durante gli anni del successo:

Sono un attore, era il mio lavoro. Lo show, il periodo, il fatto che ero dei protagonisti, che senso aveva fare coming out? Non c'era nessun bisogno di farlo. La verità è che la metà del pubblico era composto da donne e la maggior parte delle donne sono etero. Per loro sei un personaggio di fantasia, specialmente in uno show come Dynasty o in una soap opera. Ian McKellen e Derek Jacobi sono persone meravigliose ma, scusatemi, quante persone fantasticherebbero di scopare con uno di loro? Davvero, aveva molto a che fare anche con l'aspetto fisico purtroppo.

Classe 1945, Thomson raggiunse l'apice del proprio successo con Dynasty e una volta conclusasi quell'avventura continuò a destreggiarsi tra una soap opera e l'altra e partecipazioni di secondo piano come The Love Boat, La Tata, Beverly Hills 90210 e La Signora In Giallo, passando in tempi più recenti a piccoli ruoli in film come Poseidon e Little Miss Sunshine.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO