Malta dice sì al matrimonio egualitario

parlamento-malta.jpg

E anche la storicamente cattolica isola di Malta, dopo l’approvazione delle unioni civili nell’aprile 2014, è entrata nell’elenco dei Paesi che hanno introdotto il matrimonio egualitario, abolendo di fatto qualsiasi differenza tra le coppie eterosessuali e quelle omosessuali.

Con 66 voti a favore e soltanto uno contrario - quello dell’ultracattolico Edwin Vassallo - il Parlamento di Malta ha approvato la legge che va a sostituire la classica formula “vi dichiaro marito e moglie” con la più generica e attuale “adesso siete sposi”, ma che va anche a perfezionare la terminologia per quanto riguarda la genitorialità: “madre” e “padre” diventano ora “genitori”.

Il Primo Minstro Joseph Muscat, da sempre sostenitore dei diritti LGBT, ha definito storica questa decisione del Parlamento e sottolineato come la società di Malta abbia “raggiunto un livello di maturità senza precedenti”.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO