Russia, il teatro Bolshoi cancella lo spettacolo sul ballerino gay Rudol'f Nureev

A tre giorni dalla serata del debutto, lo storico teatro Bolshoi di Mosca ha deciso di cancellare il già discusso balletto incentrato sulla storia di Rudolf Nureyev e sulla sua decisione di fuggire dall’Unione Sovietica nel 1961.

Il teatro ha annunciato la decisione sabato scorso, ma solo ora si è ampiamente diffusa la notizia e le polemiche hanno iniziato a montare. Il motivo della cancellazione, infatti, sarebbe proprio da ricercare nella discussa legge contro la propaganda LGBT in vigore in Russia da qualche anno, anche se la motivazione ufficiale è legata ad un ritardo nella preparazione dello spettacolo.

Viste le premesse, comunque, sembra strano che lo spettacolo fosse stato approvato: a dirigere il balletto c’era Kirill Serebrennikov, già noto per le proprie produzioni audaci che si prendono gioco della Russia conservatrice.

Il direttore del Bolshoi, Vladimir Urin, ha tentato di mettere un freno alle polemiche spiegando che lo spettacolo non è stato cancellato, ma soltanto spostato: il balletto su Rudol'f Nureev potrebbe debuttare il prossimo anno.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO