Indonesia, raid in una sauna: 141 uomini in manette

La polizia indonesiana ha arrestato 141 uomini che stavano partecipando a quello che è stato definito “un party sessuale gay” all’interno di una sauna di Jakarta, capitale del Paese.

L’operazione, scattata domenica sera, conferma la crescente ostilità dell’Indonesia nei confronti dei cittadini omosessuali. Se è vero, infatti, che ad eccezione della provincia di Aceh l’omosessualità non è illegale nel Paese, è altrettanto vero che non è affatto la prima volta che raid come questi vengono compiuti.

Solo il mese scorso 14 uomini erano stati arrestati nella città di Surabaya per aver preso parte a una festa gay. Non potendo contestare loro nulla in relazione al loro orientamento sessuale, si sta valutando di incriminarli in base alle leggi contro la pornografia in vigore in Indonesia.

E anche i 141 uomini arrestati ieri rischiano la stessa accusa. Secondo quanto riferiscono le autorità locali, gli uomini avrebbero pagato 185,000 rupie - circa 13/14 euro - per partecipare a quella festa in sauna. Al momento dell’irruzione degli agenti, alcuni partecipanti sarebbero stati sorpresi a masturbarsi, altri a ballare nudi. Questo sarebbe sufficiente per accusarli sulla base delle leggi contro la pornografia, anche se tutto si è svolto in un luogo privato.

(nella foto in apertura gli uomini arrestati in Indonesia il 30 aprile scorso)

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO