USA, Trump revoca la direttiva di Obama sugli studenti transgender

Primo storico passo indietro degli Stati Uniti sul fronte dei diritti LGBT. In una mossa anticipata ormai da giorni, poche ore fa il Presidente Donald Trump ha ritirato la direttiva che Barack Obama aveva inviato a tutti gli istituti scolastici statunitensi con le linee guida per la protezione degli studenti transgender.

La direttiva era già stata messa in standby dal giudice del Texas Reed O'Connor dopo che tredici stati l’avevano messa in discussione in tribunale. La questione era stata rinviata alla Corte Suprema, che a breve si sarebbe dovuta esprimere in via definitiva. La decisione della Casa Bianca ha bloccato così ogni percorso giudiziario di quella direttiva.

Ieri sera, subito dopo la firma di Trump, la decisione è stata comunicata ufficiale alla Corte Suprema e a tutte le strutture scolastiche degli Stati Uniti, che con effetto immediato potranno gestire gli studenti transgender nel modo che più preferiscono, reintroducendo le politiche discriminatorie che molti avevano adottato, specie nei Paesi del Sud.

Il caso, anche se in modo trasversale, arriverà comunque alla Corte Suprema, chiamata ad esprimersi il 28 marzo prossimo sul caso del giovane transgender Gavin Grimm, che ha deciso di fare causa alla propria scuola dopo che gli è stato negato il diritto di utilizzare il bagno degli uomini.

Se la Corte Suprema - ancora bilanciata tra conservatori e liberali in attesa della nomina del nono membro - si esprimerà a favore del giovane studente, le cose potrebbero cambiare per tutti gli studenti transessuali degli Stati Uniti.

donald-trump-2017-04.jpg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO