Dubai, imprenditore inglese rapinato e minacciato dopo incontro su Grindr

Vi abbiamo più volte messo in guardia dall’utilizzare applicazioni per incontri come Grindr in Paesi in cui l’omosessualità viene ancora criminalizzata. Se è vero che in alcuni Paesi, pur essendo l’omosessualità illegale, il rischio di conseguenze è minimo, è sempre bene evitare di trovarsi in situazioni che possono portare spiacevoli conseguenze.

É quanto è accaduto a un imprenditore britannico di 43 anni durante una recente visita negli Emirati Arabi Uniti. É PinkNews a darne conto, denunciando un comportamento che potrebbe essere sistematico. L’uomo si trovava in un hotel di Dubai quando, tramite Grindr, ha deciso di incontrare un ragazzo di 29 anni che sosteneva di essere del Gambia:

Gli ho detto che non ero interessato a incontri a pagamento e mi ha risposto che non era un escort e che era attratto dagli uomini più grandi. Sembrava contento di vedermi, era molto amichevole e sorridente. Poi, dopo pochi minuti, il suo comportamento è cambiato radicalmente.

Dopo esser saliti in camera e aver iniziato i preliminari, il 43enne si è accorto che il giovane lo stava riprendendo segretamente:

Sono stato preso dal panico e gli ho chiesto di andarsene, ma ha bloccato la porta e mi ha chiesto dei soldi. Mi ha detto che “i pervertiti diffondo le malattie” e che le persone come me “non sono benvenute qui”.

Il giovane pretendeva un pagamento di circa 1200 euro e quando l’imprenditore si è rifiutato, è corso a frugare nel bagaglio dell’uomo e in pochi istanti è riuscito a impossessarsi di tutti i contatti che aveva con sé, circa 1.800 dollari statunitensi. Subito dopo si è dato alla fuga, lasciando il 43enne scosso per quanto accaduto.

L’imprenditore, una volta rientrato in Inghilterra, ha deciso di denunciare l’accaduto alla stampa, convinto che quello non sia stato un caso isolato, ma che sia un sistema collaudato negli Emirati Arabi Uniti e non solo. Se avete in programma un viaggio in un Paese che criminalizza l’omosessualità, fate sempre molta attenzione a situazioni che, già sulla carta, possono risultare sospette.

grindr-app.jpg

Via | PinkNews

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO