USA, proteste davanti allo Stonewall Inn contro Donald Trump

I primi giorni di Donald Trump da Presidente degli Stati Uniti d’America sono stati impietosi e imbarazzanti, fatti di ordini esecutivi discriminatori e xenofobi, dichiarazioni al limite del ridicolo e attacchi senza fondamenti a stampa, giudici e chi più ne ha più ne metta.

Da una parte all’altra del Mondo si stanno tenendo manifestazioni di protesta, dalla Francia all’Inghilterra, passando anche per l’Italia, e anche negli Stati Uniti i cittadini si stanno assicurando che il loro dissenso non passi inosservato. Ieri pomeriggio la comunità LGBT e non solo è scesa in strada nel West Village di New York, davanti a quello Stonewall Inn diventato uno dei simboli della lotta LGBT.

La protesta era supportata da più di dieci organizzazioni per i diritti umani e politici locali, a cominciare dal governatore di New York, Andrew Cuomo, che con l’occasione ha ribadito il messaggio lanciato più volte: “Faremo tutto quello che è in nostro potere per proteggere i cittadini di New York dalla discriminazione”.

Una protesta generale contro tutto quello fatto da Trump in questi primi giorni di Presidenza e contro quello che potrebbe fare nel corso dei prossimi 4 anni, dalle politiche contro l’immigrazione alla limitazione dei diritti delle donne e delle persone LGBT:

Faremo tutto il possibile per assicurarci che la Corte Suprema non riporti l’orologio agli anni ’60 o agli anni ’20. Combatteremo!

A parlare è Chuck Schumer, leader della Minoranza del Senato degli Stati Uniti d'America, presente all’evento e già preso di mira da Donald Trump in questi ultimi giorni.

stonewall-proteste-donald-trump-08.jpg

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO